Skip Navigation LinksHome » Lavoro e Centri per l'Impiego » Tirocini » Tirocini non curriculari
TIROCINI NON CURRICULARI
Per offrire ai giovani tra i 18 e 30 anni la possibilità di prepararsi al mondo del lavoro con un'adeguata formazione, la Regione Toscana cofinanzia tirocini e stage presso le imprese, con borse di studio (a titolo di rimborso spese) di 500 euro mensili. Di questi, 200 sono a carico dell'azienda e 300 della Regione Toscana.


Istruzioni per l'uso
  1. Il giovane individua l'azienda (o, viceversa, l'azienda seleziona il giovane) presso la quale effettuare il tirocinio e concorda con questa il progetto formativo.
  2. L'azienda, in accordo con il giovane tirocinante, predispone la documentazione per il tirocinio e firma la convenzione con il soggetto promotore (Centri per l'Impiego, Enti Bilaterali, associazioni sindacali/datoriali, soggetti privati senza scopo di lucro, Università).
  3. Il soggetto promotore comunica l'attivazione del tirocinio ad uno dei Centri per l'Impiego della Toscana, allegando convenzione e progetto formativo concordato e firmato dal giovane ed effettua le comunicazioni previste dalla legge.
  4. I Centri per l'Impiego raccolgono le domande e fanno le istruttorie di ammissibilità per la concessione del rimborso, valutando anche il progetto formativo.
  5. La Regione riceve dai Centri per l'Impiego i tirocini ammissibili e invia al soggetto ospitante (azienda) e al giovane una lettera a firma del Presidente con la quale conferma il suo impegno a rimborsare al tirocinante, tramite l'azienda, 300 euro al mese.
  6. A conclusione del periodo di tirocinio, la Regione rimborsa il soggetto ospitante (azienda) per la sua parte (300 euro al mese).
Durata
Il tirocinio ha una durata, secondo i profili professionali, da un minimo di 2 mesi fino a 6 mesi, per arrivare ad un anno per i più qualificati. Per i soggetti disabili il tirocinio può essere esteso fino ad un massimo di 24 mesi.

Le regole di tirocini e stage
  • il tirocinio formativo e di orientamento non costituisce rapporto di lavoro
  • il tirocinio può essere previsto solo per le attività che necessitano di un periodo formativo
  • il tirocinante non può sostituire contratti a termine, personale in malattia, ferie o maternità né ricoprire ruoli necessari all'organizzazione aziendale
  • il tirocinante non può svolgere funzioni che non rispettino gli obiettivi del tirocinio
  • l'azienda non può realizzare più di un tirocinio con lo stesso tirocinante

Tutte le infomazioni sono disponibili sulla pagina web della Regione Toscana - progetto GiovaniSì al link http://www.giovanisi.it

Per Ulteriori informazioni chiamare il numero verde 800-904504
login agenzie formative
strumenti


Bookmark and Share
Newsletter Progetto TRIO Pubblicazioni Sportello Donna