Collocamento persone con disabilità (art.1 legge 68/99)

La Legge 68/99 affianca il concetto di “collocamento obbligatorio” a quello di “collocamento mirato”, inteso come insieme di servizi che favoriscono l’inserimento e l’integrazione lavorativa delle persone disabili.

Il  sistema garantisce un effettivo inserimento dei disabili nel mondo del lavoro, una reale compatibilità tra il lavoratore e la mansione lavorativa e offre la possibilità per i datori di lavoro di considerare i lavoratori disabili risorse produttive e non un solo obbligo occupazionale.

Il collocamento mirato disabili è rivolto alle persone disoccupate appartenenti a una delle seguenti categorie:

  • invalidi civili con percentuale d’invalidità dal 46% e relazione conclusiva di cui all’art.1 l.68/99
  • invalidi del lavoro con una percentuale d’invalidità dal 34%
  • non vedenti
  • sordomuti
  • invalidi di guerra
  • invalidi civili di guerra
  • invalidi per servizio, con menomazioni comprese fra la prima e l’ottava categoria.

Per iscriversi negli appositi elenchi è necessario recarsi presso gli sportelli dei Centri per l’Impiego di Siena – Abbadia S.Salvatore – Montepulciano – Poggibonsi – Sinalunga, dove operatori specializzati provvederanno ad attivare i servizi necessari.

Collocamento categorie protette (art. 18 legge 68/99)

Sono destinatari del collocamento obbligatorio i soggetti in attesa di occupazione appartenenti alle categorie protette previste dell’art. 18 della Legge 68/99:

  • profughi;
  • vedove e orfani di persone decedute sul lavoro, per cause di servizio, di guerra e per terrorismo e della criminalità organizzata;
  • coniuge o figli di grande invalido per causa di guerra, servizio o lavoro che non abbia mai usufruito del collocamento obbligatorio.

login agenzie formative
strumenti


Bookmark and Share
Newsletter Progetto TRIO Pubblicazioni Sportello Donna